monografie erbe

ACHILLEA MILLEFOLIUM (fam. Asteracee)
 Raccolta - sommità fiorite maggio-settembre
Proprietà: 
La sua azione è varia tanto da avere un posto d'onore nella farmacopea. Per il suo contenuto di azulene può sostituire la conosciuta camomilla per i suoi principi per i suoi principi amari possiede un'ottima azione digestiva e coleretica. Per uso esterno è una delle migliori per la cura della pelle, delle piaghe e ferite, come cicatrizzante, e molte altre manifestazioni cutanee.
Uso interno:
Tonico, amaro, digestivo, carminativo, emorragie interne, ricostituente, tranquillante, antispasmodico, emmenagogo, antiasmatico, nella cura dell'ulcera gastrica e duodenale, nelle enuresi, malattie esantematiche, prevenzione di calcolosi, vermifugo, disturbi della circolazione, febbri intermitenti.
Uso esterno:
Rimedio per ferite e piaghe, antimmorroidario, ragadi anali e del capezzolo, analgesico, per la cura delle palpebre arrossate, dolori reumatici, ulcere alle gambe, fistole, perdite bianche.
Uso cosmetico:
acne rosacea, pelle arrossata e infiammata, caduta capelli, pelli screpolate, rassodante, preventiva antirughe.
Uso alimentare:
Foglie giovani consumate in insalata fresche in piccole quantità aggiunte ad altre verdure. Trittate con formaggio. si usano per aromatizzare le pietanze.
 
ARTEMISIA VULGARIS (fam. Asteracee)
Raccolta-parte aerea da giugno a settembre, le radici in primavera e autunno.
Uso interno:
Digestiva, sedativa, antiisterica, vermifuga, anti-epilettica(radice), favorisce il mestruo, dolori mestruali, vertigini, convulsioni infantili, disturbi nervosi, colagogo(deflusso della bile), antivomico, febbrifuga, antidiabetica.
Uso esterno:
Astringente, piedi stanchi, impacchi sul basso ventre per l'espulsioni dei grumi di sangue nelle mestruazioni, infuso per detergere piaghe.
Attenzione! vietata alle donne in gravidanza.

CALENDULA OFFICINALIS (fam. Asteracee)

Raccolta da giugno a settembre
Proprietà:
Antinfiammatorio generale, cicatrizante e lenitivo, regolatore del flusso mestruale.
Uso Interno:
Disturbi ginecologici, mestrui irregolari e dolorosi, antispasmodico, digestione difficile, ittero, insufficenza epatica, tranquillante, pressione alta, tosse, catarro, favorisce la diuresi, piaghe, ferite, contusioni, isterismo nervoso, febbre inffetiva, favorisce la sudorazione, coleretica (favorisce la formazione della bile), tonifica i vasi sanguigni. Valnet ne indica l'uso nella cura del cancro all'utero e allo stomaco. Antivomico (il succo delle foglie).
Uso esterno:
Contusioni, foruncolosi, geloni, ferite, piaghe, acne, vulnerario, scarlattina, punture d'insetti, verruche, escemi, flebite, varici, malattie oculari, ascessi, afta.
 
EQUISETUM ARVENSE -Coda Cavallina- (fam. Equisetacee)
Raccolta: i fusti sterili da maggio a settembre.
Proprietà:
Per l'alto contenuto di silice è utile come rimineralizzante, in generale è omeostatico, antisettico e diuretico.
Uso interno:
Decalcificazione, osteoporosi, emorragie interne, distubi circolari, emorroidi, gastrite e ulcera, arteriosclerosi, disturbi artritici e reumatici, tranquillante generale (ansia, insonnia, stress), diuresi, mestruo doloroso, astringente generale, nel trattamento della TBC, stomachico e aperitivo, antianemico.
Uso esterno:
emostatico su piaghe, contusioni, eczemi, nei pruriti cutanei, antiulceroso, epistassi (tamponi di decotto), rinforzante del cuoio capelluto, palpebre arrossate, mal di gola e infiammazione delle mucose della bocca (gargarismi).
Uso cosmetico:
Rassodante, elasticizzante e coadiuvante nelle smagliature cutanee, normalizzante delle pelli grasse, in creme per pelli screpolate, per la pulizia dei denti (polvere), maschere di pulizia, shampoo per capelli garssi.
Uso alimentare:
Fusti sterili appena spuntati in aggiunta nelle minestre, polvere per condire alimenti e in aggiunta su cibi cotti (in piccole quantità). Fusti pertili giovani lessati impanati e fritti.
 

Hipericum perforatum-  iperico- (fam.Ipericacee)

Risultati immagini per iperico Raccolta-Da luglio a settembre.

Azione generale: i due principi attivi più evidenti sono l'iperina e l'ipericina; la prima è idrosolubile e quindi la si estrae tramite infuso e decotto, e la sua azione è fotosensibilizante, tante da creare gravi reazioni allergiche se assunta in dosi elevate con esposizione ai raggi solari, in special modo alle radiazioni comprese fra il verde e il giallo.  L'ipericina è solubile nell'olio (liposolubile) e nell'acqua, e la sua azione è cicatrizzante e protettiva, tanto da essere considerata il miglior rimedio per guarire ustioni e ferite.

Proprietà uso interno:
   Astringente, balsamiche pettorali, anticatarrali, ipotensive, digestive, vermifughe, diuretiche, incontinenza urinaria, disturbi della circolazione saguigna, insufficienza epatica, febbre, anti-acido gastrico, stimolante, malattie infantili infettive, diarree.
Uso esterno:
   Cicatrizzante, antiscottature, lenitivo, arrossamenti cutanei, ulcere, contusioni, geloni, leucorrea (lavaggi vaginali), foruncolosi, afta e gengive infiammate, nevralgie del trigemino.
Uso cosmetico:
Pelle rilassata e senescente, arrossamenti cutanei, cuoperose, bagno rilassante, olio solare protettivo, seno avvizzito, preventivo delle smagliature, pelle grassa e impure, pori dilatati, antirughe( preventivo)
Uso alimentare:
Bevanda di ristoro come sostituto del the in tisana all'1 %
Controindicazioni: a dosi elevate produce avvelenamenti e fenomeni convulsivanti!
Preparazioni:-

 infuso-  al 5% per 10 min; dose 2/3 tazzine al dì

decotto- al 10% per 15 min.uso esterno

Tintura idroalcoolica- rapporto 1:5 in alcool 20° per 5 giorni; un cucchiaio dopo i pasti

Oliolito- fiori freschi di iperico al 50% in olio di oliva, a macero al sole per 4 settimane.

 

Malva silvestris - Malva (fam. Malvaceae)

 RACCOLTA I FIORI APPENA SBOCCIATI, FOGLIE DELLA SOMMITA', RADICI IN AUTUNNO.
Azione generale:

La sua azione generale è dovuta principalmente alla presenza delle mucillagini e quindi con effetto emolliente e protettivo.

Propietà uso interno:

Stitichezza, broonchite acuta, gastrite, enteriti, diarrea, asma, stomatiti, cistiti, malattie della vescica.

Uso esterno:

Dermatiti, foruncolosi, gengive sanguinolenti, ascessi dentari, afte, punture d'insetti (succo fresco), uso come dentifricio (radice fresca strofinata), infiammazioni vaginali (lavaggi), infiammazioni intestinali (clisteri).

Uso alimentare:

Foglioline giovani in aggiunta all'insalata, bollita come gli spinaci ed in minestra.

 
 
 

Contatti

ilcerchiodeifioridibach/la curandera calle Rufas 18 4°
50001 Zaragoza (Spagna)
0034 611429772 juliapulido64@gmail.com